Come diventare Posturologo

Sei affascinato dalla postura e da come il nostro corpo reagisce agli stimoli esterni? Hai mai notato quanto possa influire sul nostro benessere una corretta postura?

Se queste domande hanno suscitato il tuo interesse, potresti considerare una carriera come posturologo.

Di seguito potrai scoprire non solo cos’è la posturologia e cosa fa un posturologo, ma anche come intraprendere questo percorso professionale, se pensi possa essere un lavoro che fa per te!

Ti guideremo attraverso i requisiti formativi, le competenze necessarie e le opportunità di lavoro, offrendoti una panoramica completa su come diventare un esperto in questo campo in crescita.

Pronto a scoprire di più? Facciamo un passo alla volta…

Cos’è la posturologia

La posturologia è una disciplina scientifica che studia il sistema posturale umano, analizzando la posizione e l’atteggiamento del corpo nello spazio, sia in condizioni statiche che dinamiche.

L’obiettivo principale della posturologia è identificare e correggere gli squilibri posturali che possono influire negativamente sulla salute e sul benessere dell’individuo. Questa scienza, considerata complementare alla medicina tradizionale, non rientra nel sistema sanitario nazionale né è regolamentata da percorsi universitari specifici.

Tuttavia, la sua importanza sta crescendo rapidamente negli ambiti clinici e riabilitativi.

La postura è infatti una delle cose più importanti per la salute.

Essa è il risultato dell’interazione tra i muscoli, le ossa e i segnali nervosi del nostro corpo.

Il ruolo principale della postura è mantenere il corpo in uno stato di equilibrio muscolo-scheletrico, proteggendo le strutture di sostegno del sistema nervoso centrale da lesioni o deformità progressive.

Chi è e cosa fa il posturologo

La posturologia è una disciplina che rientra nelle cosiddette “medicine complementari“. Si occupa dello studio scientifico e clinico della postura e delle relazioni tra le varie posture corporee e i disturbi funzionali, in particolare le patologie dolorose croniche, come il mal di testa, il colpo di frusta, la fibromialgia e le alterazioni nelle funzioni mentali e corporee.

Il posturologo è un professionista specializzato nell’analisi e nella correzione della postura. Utilizza vari strumenti e metodologie per valutare la posizione del corpo, il tono muscolare, l’appoggio del piede, la convergenza visiva, il parallelismo degli assi visivi e l’occlusione mandibolare.

Questi aspetti vengono esaminati attraverso test specifici e indagini strumentali per determinare gli squilibri posturali che possono causare disturbi muscolo-scheletrici e altre patologie.

Come diventare posturologo

Per diventare posturologo non esiste un corso di laurea specifico, ma è necessario frequentare corsi di posturologia o master post-universitari..

Solitamente, questi percorsi sono accessibili a chi possiede una laurea in professioni sanitarie, scienze motorie, odontoiatria, optometria, ortopedia o altre discipline affini. Esistono anche agenzie formative accreditate che possono offrire percorsi altamente qualificanti.

I corsi di posturologia trattano vari aspetti teorici e pratici, attraverso l’approfondimento di alcune discipline specifiche, tra cui:

  • anatomia e fisiologia dell’apparato locomotore
  • sistemi di controllo motorio
  • biomeccanica applicata
  • principi di postura
  • tecniche di valutazione ergonomica
  • rieducazione funzionale dell’apparato muscolo-scheletrico.

Requisiti: Titoli e certificazioni

Per operare come posturologo, oltre alla formazione specifica, è spesso richiesto di essere iscritti a un ordine professionale riconosciuto dal Ministero della Salute, a seconda della formazione di base posseduta.

Ad esempio, un medico specializzato in posturologia può fare diagnosi e prescrivere terapie, mentre un fisioterapista può eseguire valutazioni posturali ma non prescrivere trattamenti.

Scopri il nostro corso di posturologia

Quali disturbi tratta il posturologo?

La postura influisce su molti aspetti della nostra salute e del nostro benessere quotidiano. Quando il corpo non è allineato correttamente, possono insorgere una serie di disturbi che vanno ben oltre il semplice disagio fisico. Il posturologo, grazie alla sua formazione specifica, è in grado di identificare e trattare una vasta gamma di patologie legate agli squilibri posturali. Ma quali sono questi disturbi? E come si manifestano?

Spesso, i pazienti si rivolgono al posturologo lamentando dolori persistenti che non trovano sollievo con i trattamenti convenzionali.

Si tratta di sintomi come il mal di schiena cronico, cefalee ricorrenti, dolori articolari e muscolari, che possono limitare significativamente la qualità della vita.

Questi sintomi, se non affrontati correttamente, possono evolvere in condizioni più gravi e complicate.

Il posturologo si occupa di una vasta gamma di disturbi legati a squilibri posturali, tra cui:

Patologie muscolo-scheletriche

  • mal di schiena
  • contratture muscolari
  • cefalee di origine cervicale
  • artrosi
  • dolori articolari.

Disturbi dell’equilibrio

  • problemi di occlusione dentale
  • disfunzioni visive che influenzano la postura
  • sindromi da sovraccarico funzionale.

Valutazione posturale ed esami diagnostici

La valutazione posturale è un momento cruciale nel lavoro del posturologo, rappresentando il primo passo per comprendere e affrontare i problemi legati alla postura. Ma cosa comporta esattamente questo processo? E perché è così importante?

Immagina di entrare nello studio di un posturologo con un fastidioso mal di schiena che ti tormenta da mesi. Ti chiedi da dove possa provenire e se c’è una soluzione efficace. La valutazione posturale è la chiave per rispondere a queste domande. Questo processo approfondito permette di analizzare come il tuo corpo si allinea e si muove, identificando eventuali squilibri che potrebbero essere alla base del tuo dolore.

Durante la valutazione posturale, il posturologo utilizza una serie di strumenti e tecniche per osservare attentamente la tua postura.

Questo può includere:

  • l’analisi computerizzata del baricentro,
  • la misurazione delle oscillazioni posturali con piattaforme stabilometriche
  • l’esame visivo e palpatorio della colonna vertebrale
  • il test di convergenza visiva e occlusione mandibolare.

Ogni dettaglio è importante: dall’appoggio dei piedi, che può rivelare alterazioni nella distribuzione del peso corporeo, alla convergenza visiva, che può influenzare la postura generale.

Questo approccio olistico consente al posturologo di ottenere una visione completa della condizione, permettendogli di formulare un piano di trattamento personalizzato. Grazie a una valutazione posturale accurata, è possibile non solo alleviare i sintomi presenti, ma anche prevenire futuri problemi, migliorando la salute e il benessere a lungo termine.

tecnico posturologo

tecnico posturologo

Terapie e metodologie di cura del posturologo

Una volta individuati gli squilibri, attraverso un’accurata valutazione del paziente, il posturologo elabora un programma di rieducazione personalizzato che può includere:

  • esercizi di rieducazione posturale
  • tecniche di manipolazione e mobilizzazione articolare
  • terapie fisiche come la TENS (Stimolazione Elettrica Transcutanea dei Nervi)
  • consigli ergonomici per migliorare la postura nella vita quotidiana
  • collaborazione interdisciplinare.

A proposito di quest’ultimo punto, il posturologo spesso lavora in sinergia con altri professionisti sanitari come fisioterapisti, ortopedici, odontoiatri e optometristi, in modo da poter fornire un trattamento completo e integrato.

Questa collaborazione è fondamentale per affrontare i problemi posturali da diverse angolazioni e garantire il miglior risultato terapeutico possibile.

Sbocchi professionali

Il posturologo può lavorare come libero professionista, aprendo uno studio privato, oppure collaborare con cliniche, centri di riabilitazione e palestre.

Può inoltre essere assunto come dipendente in strutture sanitarie pubbliche o private, in particolare in ambito riabilitativo e preventivo.

Infine, i professionisti che desiderano approfondire ulteriormente la loro competenza in posturologia possono seguire corsi di aggiornamento e specializzazione, partecipare a congressi e seminari e iscriversi a società scientifiche dedicate alla posturologia.

Se sei Interessato a questa professione

Iscriviti al nostro corso di posturologia

Condividi questo articolo!