Il nuovo libro di Iginio Furlan

NOVITÀ ASSOLUTA.

Dopo una lunga attesa, SIOTEMA è lieta di annunciare l’imminente uscita del libro di Igino Furlan.

Si tratta di un prezioso lavoro originale che fornisce nuove chiavi di lettura del rapporto, osteopatico, ma non solo, tra forma e funzione.
Pubblichiamo un breve testo introduttivo a cura dell’autore.

Biosistemi il sodalizio tra forma e funzione
Dalle origini del movimento all’autoreferenza

Un libro fuori dagli schemi che racconta le origini del movimento, collegando l’infinitesimale con la tridimensione.

Un viaggio attraverso la fisica quantistica che approda alla tridimensione.

La vita diventa il ponte tra il mondo dei quanti e la tridimensione. Un percorso alle origini della materia, alla ricerca di ciò che siamo e del movimento che caratterizza il nostro essere viventi soggetti ai fattori temporali.

Diamo per scontato che il movimento sia da sempre presente.

Accettiamo passivamente la nostra capacità di produrlo in modo autonomo, considerando solamente un effetto visibile tradotto nel metabolismo o nel moto.

Ci poniamo molti quesiti inerenti alla vita e, spesso, ci interroghiamo su cosa sia e quali misteriosi arcani si nascondono tra le sue pieghe.

Dall’ infinitesimale non percepibile fino alla realtà percepibile, il libro racconta le diversità che differenziano la materia vivente dalla materia inerte, alla scoperta delle forze che creano il connubio dell’interdipendenza tra forma e funzione e le strategie capaci di conservare nel tempo le nostre identità.

Una lotta impari tra ogni nostra singola particella in contrasto con le forze universali. L’elettromagnetica diventa il fattore capace di condizionare le altre energie presenti che agiscono per trovare una risposta antigravitazionale efficace, informando e coordinando le parti interne per produrre un lavoro utile a limitare le dispersioni e il degrado delle forze impiegate.

Si tratta di premessa indispensabile per comprendere le logiche evolutive ed organizzative della materia vivente che modella le forme in modo utilitaristico al transito delle energie. Ciò rende l’essere vivente parte integrante, seppur distinta, di un disegno universale che non vede interruzioni o confini. Un legame ancora più palese quando s’indagano i principi fisici che sottendono i meccanismi di autoregolazione, comunicazione e controllo alla base di ogni biodiversità.

Il legame tra materia ed energia diventa così solidale da diventare inscindibile e la nostra realtà rappresenta l’espressione organizzata di questa capacità intrinseca, tanto misteriosa alle origini, quanto efficace nei risultati.

Iscriviti alla newsletter per conoscere, la data di pubblicazione e le modalità di acquisto del libro.

Condividi questo articolo!

Potrebbero interessarti